Fenomeni nel tempo,fenomeni di questo tempo

Home It Forum Netbikers Italia – Forum Netbikers Italia – Parliamo d’altro? Fenomeni nel tempo,fenomeni di questo tempo

Questo argomento contiene 8 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Mastic 2 ore, 50 minuti fa.

  • Autore
    Articoli
  • #16175

    zio franco
    Partecipante

    Dedicato a Claudio

    Benvenuti in mare aperto.
    La festa è finita.

    Per troppo tempo avete tirato la corda dei nostri sentimenti. L’avete tesa troppo, e si è spezzata. Per anni avete rovesciato bugie e odio su noi e i nostri concittadini: avete unito verità e menzogne, rappresentando il loro mondo nel modo che più vi faceva comodo. Avete approfittato della nostra buona fede, delle nostre paure e difficoltà per rapire la nostra attenzione. Avete scelto di affogare i vostri contenuti politici sotto un oceano di comunicazione vuota. Di quei contenuti non è rimasto più nulla.

    Per troppo tempo vi abbiamo lasciato fare.
    Per troppo tempo avete ridicolizzato argomenti serissimi per proteggervi buttando tutto in caciara.
    Per troppo tempo avete spinto i vostri più fedeli seguaci a insultare e distruggere la vita delle persone sulla rete.
    Per troppo tempo vi abbiamo lasciato campo libero, perché eravamo stupiti, storditi, inorriditi da quanto in basso poteste arrivare.

    Adesso ci avete risvegliato. E siete gli unici a dover avere paura. Siamo scesi in una piazza, ci siamo guardati negli occhi, ci siamo contati. E’ stata energia pura. Lo sapete cosa abbiamo capito? Che basta guardarsi attorno per scoprire che siamo tanti, e molto più forti di voi.

    Siamo un popolo di persone normali, di tutte le età: amiamo le nostre case e le nostre famiglie, cerchiamo di impegnarci nel nostro lavoro, nel volontariato, nello sport, nel tempo libero. Mettiamo passione nell’aiutare gli altri, quando e come possiamo. Amiamo le cose divertenti, la bellezza, la non violenza (verbale e fisica), la creatività, l’ascolto.

    Crediamo ancora nella politica e nei politici con la P maiuscola. In quelli che pur sbagliando ci provano, che pensano al proprio interesse personale solo dopo aver pensato a quello di tutti gli altri. Sono rimasti in pochi, ma ci sono. E torneremo a dargli coraggio, dicendogli grazie.

    Non c’è niente da cui ci dovete liberare, siamo noi che dobbiamo liberarci della vostra onnipresenza opprimente, a partire dalla rete. E lo stiamo già facendo. Perché grazie ai nostri padri e nonni avete il diritto di parola, ma non avete il diritto di avere qualcuno che vi stia ad ascoltare.

    Siamo già centinaia di migliaia, e siamo pronti a dirvi basta. Lo faremo nelle nostre case, nelle nostre piazze, e sui social network. Condivideremo questo messaggio fino a farvi venire il mal di mare. Perché siamo le persone che si sacrificheranno per convincere i nostri vicini, i parenti, gli amici, i conoscenti che per troppo tempo gli avete mentito. E state certi che li convinceremo.

    Vi siete spinti troppo lontani dalle vostre acque torbide e dal vostro porto sicuro. Noi siamo sardine libere, e adesso ci troverete ovunque. Benvenuti in mare aperto.

    “E’ chiaro che il pensiero dà fastidio, anche se chi pensa è muto come un pesce. Anzi, è un pesce. E come pesce è difficile da bloccare, perché lo protegge il mare. Com’è profondo il mare”.

    Firmato “6000 sardine”

  • #16176

    Mastic
    Amministratore del forum

    Bella la dedica a Claudio

  • #16177

    Bobpezzadoo
    Partecipante

    tutto condivisibile, poi si mettono a cantare “Bella ciao” e da movimento emozionale si passa a movimento politico… Ricordano i girotondini.

  • #16388

    zio franco
    Partecipante

    Questa è dedicata a tutti,un altro piccolo passo di civiltà che non costa niente e restituisce la dignità a chi la invoca

    ROMA – “Ho appena firmato il decreto sulla banca dati nazionale per le Disposizioni Anticipate di Trattamento (Dat). Con questo atto la legge approvata dal Parlamento è pienamente operativa e ciascuno di noi ha una libertà di scelta in più”. Così il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato la firma della misura che dà piena attuazione alla legge sul biotestamento approvata dal Parlamento a fine 2017.

    Applaudono i partiti e movimenti che si sono battuti per questa misura. “Dopo 17 mesi di violazione della legge da parte del Ministero della Salute, siamo ora lieti di poter ringraziare il Ministro Speranza per la firma del decreto istitutivo della Banca dati nazionale delle Dat, uno strumento utile per rendere pienamente applicativi i testamenti biologici su tutto il territorio nazionale”, spiega Filomena Gallo, segretario dell’Associazione Luca Coscioni. Per questo decreto l’Associazione aveva prima diffidato il Ministero della Salute, poi aveva fatto ricorso al Tar Lazio. La prima udienza si sarebbe dovuta tenere il 16 dicembre 2019. Erano ormai 10mila le persone firmatarie dell’appello per l’istituzione della Banca dati indirizzato prima al Ministro Giulia Grillo, successivamente al Ministro Roberto Speranza. “Le DAT depositate presso i Comuni o i notai – continua Gallo – saranno finalmente immediatamente consultabili dai medici in caso di bisogno, in qualsiasi struttura sanitaria del territorio nazionale. Per completare l’applicazione della legge 219/2017, ora il Ministero della Salute, le Regioni e le aziende sanitarie rispettino l’articolo 4 comma 8 della legge 219, laddove indica che questi devono provvedere “a informare della possibilità di redigere le DAT”.

  • #16390

    Mastic
    Amministratore del forum

    E torno alle sardine. Li conosco poco, sebbene in famiglia abbia dei passionari della politica che li amano e che mi stanno spingendo ad andare in piazza sabato prossimo.
    Però vedo il loro leader, che mi ispira simpatia. E ammirazione: ha sempre la battuta pronta. Prima con Salvini, poi con Sallusti. Mi chiedo se c’è un suggeritore dietro, o se quel ragazzo è veramente così acuto e determinato.

    Il problema è che un movimento simile è bello sul momento, ma rischia di non lasciare molto. Sono già stati fatti esempi, a cominciare dalla Pantera. Fino ai 5Stelle, che anche se hanno avuto un’origine e una guida ben precise e molto differenti, poi sono diventati comunque un movimento.

    Bello, ma a me serve un progetto, un programma, e un ideale. Anche un’ideologia. Lo so, sono superato a parere di molti, ma senza ideologia non si fa politica. E mi sembra che le dimostrazioni di questo in giro per il mondo siano parecchie. L’ideologia è quel cappello sotto il quale possiamo scoprire di avere tutti visioni abbastanza simili. Altrimenti magari la vediamo allo stesso modo su una cosa e in modo diametralmente opposto su altre. E così non si riesce ad andare avanti.

    Ora sotto con archi e frecce 🙂

    • #16392

      zio franco
      Partecipante

      Sapete che c’è ? Ricominciare dalla Costituzione sicuramente,i padri fondatori avevano lo sguardo lungo che ci rimproveriamo non esistere più dalla scuola all’imprenditoria

      Poi la passione,l’interesse,l’impegno sociale da risvegliare in questo momento storico (Fenomeni nel tempo è un bel titolo !)
      Dicevamo tempo fa sull’importanza di essersi formati,io almeno,con l’impegno politico,religioso,sociale,professionale,del volontariato o che cazzo volete che non sia mirato al profitto e all’egoismo.
      In questo tempo di apparente ignavia,indolenza,menefreghismo,ambizione,odio e chi ne ha più ne metta un’idea di giovani per i giovani che rivendicano la costituzione ed il diritto alla protesta è interessante, è propedeutico

      L’ideologia viene dopo,anche se la Costituzione è l’Ideologia laica con la maiuscola

      Vediamo se si sveglia qualcosa nei nostri ragazzi,prima di bruciargli anche quel po’ di speranza residua

  • #16391

    Dolfy
    Partecipante

    Nin zo! Ho vissuto una adolescenza turbolenta tra Br e fiancheggiatori, ho perso amici bruciati dal fuoco dell’odio e della fede nelle P38! Sono sopravvissuto a mani pulite ai girotondi alle pantere e sono ancora qui a chiedermi se davvero possiamo cambiare dimenticandoci rispetto e dirittura morale. Ho cresciuto le figlie con un unico diktat: la tua libertà finisce dove comincia la libertà degli altri. Mi piacciono le piazze vivaci e colorate, ma dubito sempre di chi dice siamo tutti uguali tranne…..

    Il Dolfy

  • #16403

    aleiot
    Partecipante

    Ciao ragazzi, vedo questo thread solo ora. Non sono molto attivo sui forum ultimamente
    Grazie per la dedica Franco, sono sicuro che gli sarebbero piaciute le sardine 🙂

    • #16404

      Mastic
      Amministratore del forum

      Ciao Alessio, bentrovato 🙂

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Vai alla barra degli strumenti